1259330_3869-300x225

I giovani in particolare sono stati colpiti duramente dalla crescente disoccupazione e dalla crisi economica; nel 2011 erano occupati soltanto per il 34%, il valore più basso mai registrato da Eurostat, e nel luglio 2012 la disoccupazione giovanile ha raggiunto il 22,6%. Un gruppo target chiave identificato da Eurofound (2012) è quello dei giovani che non lavorano, non studiano e non seguono una formazione (NEET, acronimo di not in employment, education or training); i numeri di questa “generazione perduta” stanno aumentando a livelli record.

Le percentuali del gruppo dei NEET, considerato uno dei meno coinvolti nel mercato del lavoro, sono cresciute in misura significativa in tutta Europa. Dal 2008 al 2011 il tasso dei NEET è cresciuto del 34,4% in Spagna, del 18,3% nel Regno Unito, del 22,1% in Polonia e del 17% in Italia. Inoltre, all’interno della categoria dei NEET sono stati identificati due sottogruppi particolarmente vulnerabili: i giovani provenienti dall’immigrazione, che hanno il 70% di probabilità in più di diventare NEET rispetto a quelli di origine locale, e i giovani che soffrono di una disabilità, con il 40% di probabilità in più. Se questo mancato coinvolgimento dei giovani dovesse persistere, potrebbe comportare una disoccupazione a lungo termine, un aumento del crescente fenomeno dei “lavoratori scoraggiati” (a sua volta causa di un’esclusione a lungo termine dal mercato del lavoro) e, in definitiva, serie conseguenze a lungo termine per l’Europa.

Dato che la partecipazione all’istruzione post scolastica continua a calare, i formatori e le organizzazioni che si occupano di IFP hanno un urgente bisogno di raggiungere, motivare e sostenere i giovani NEET; il mancato coinvolgimento di questi ultimi implica infatti che non saranno loro a “cercare”, e un ruolo importante può essere giocato coinvolgendo i gruppi più vulnerabili in un ritorno all’istruzione.

1428657_76039689-300x300L’obiettivo di EnGage è incrementare il coinvolgimento dei giovani NEET (in particolare i sottogruppi più vulnerabili dei giovani disabili e immigrati) nella IFP, attraverso l’aggiornamento professionale dei fornitori di IFP in metodologie di coinvolgimento efficaci. Il progetto realizzerà il toolkit “Train the Trainer”, uno strumento multilingue e multiculturale per fornitori di IFP. Ciò contribuirà a raggiungere e coinvolgere con successo i giovani NEET, fornendo in tal modo percorsi sostenibili verso il mercato del lavoro.

Un obiettivo secondario è quello di aumentare la consapevolezza dell’eterogeneità della popolazione dei NEET nei diversi Stati membri, in modo che siano possibili gli adattamenti necessari in funzione dei diversi profili dei NEET.

 

I nostri obiettivi specifici sono:

– aggiornare i fornitori di IFP con metodologie innovative per coinvolgere la popolazione dei NEET, in particolare i giovani immigrati e disabili, e rafforzare la loro partecipazione in un percorso sostenibile verso l’occupazione;

– acquisire una conoscenza approfondita delle buone pratiche nelle metodologie di coinvolgimento da parte dei fornitori di IFP verso i giovani NEET;

– acquisire una conoscenza approfondita dei bisogni dei giovani NEET e delle differenze nelle caratteristiche dei NEET tra i paesi partner;

– agevolare il miglioramento in termini di qualità e innovazione delle metodologie di coinvolgimento dei NEET nei sistemi, nelle istituzioni e nelle pratiche relative all’istruzione e alla formazione professionale;

– garantire l’alta qualità delle nuove risorse formative mediante la realizzazione di test approfonditi con fornitori di IFP e giovani NEET, compresi i giovani immigrati e disabili;

– trasferire (e adattare) i materiali esistenti di formazione dei formatori per creare un DVD multimediale e un toolkit di risorse multilingue e multiculturali rivolti ai fornitori di IFP per coinvolgere in maniera efficace i giovani NEET.

– promuovere capillarmente l’adozione e l’uso del toolkit EnGage concentrandosi su università, istituti di istruzione e formazione professionale, partner sociali in grado di raggiungere i NEET e altri enti di formazione che possono ufficializzare e accreditare il toolkit.