RBG

Le persone entrano nei gruppi per molte ragioni. Una ragione molto importante è che far parte di un gruppo spesso implica per l’individuo una qualche forma di soddisfazione di un bisogno. Far parte di un gruppo può rispondere a numerosi bisogni; non è detto che i membri di un gruppo si rendano conto che stanno beneficiando di:

  • Compagnia: i gruppi danno a chi ne fa parte semplicemente l’opportunità di stare in compagnia di altre persone.
  • Sopravvivenza e sicurezza: da un punto di vista storico o evoluzionistico, probabilmente i nostri antenati si riunivano in gruppi per cacciare e per difendersi.
  • Affiliazione e prestigio: far parte di alcuni gruppi può offrire agli individui un certo prestigio sociale e sicurezza.
  • Potere e controllo: con la partecipazione a un gruppo nasce l’opportunità per ruoli di leadership; gli individui che sentono il bisogno di far pesare il loro potere e le loro opinioni sugli altri possono avere esperienze di questo genere all’interno di un gruppo.
  • Successo: i gruppi hanno la capacità di ottenere più risultati rispetto agli individui che agiscono da soli.

Le organizzazioni di solito formano gruppi per svolgere compiti legati al lavoro; tuttavia, chi fa parte di un gruppo di lavoro può involontariamente raccogliere anche i numerosi vantaggi che non dipendono dalla formazione originaria del gruppo.

Caratteristiche che definiscono i gruppi

Attualmente non esiste una definizione universale di cosa costituisce un gruppo. I gruppi possono avere un numero variabile di membri, stili comunicativi e strutture. La ricerca ha individuato alcuni requisiti comuni che contribuiscono a riconoscere le condizioni in cui degli individui che lavorano in un ambiente collaborativo possono essere considerati un “gruppo”:

  • Interdipendenza: affinché un individuo del collettivo possa svolgere il compito che gli è stato assegnato c’è bisogno, in una certa misura, del lavoro svolto da altri membri dello stesso collettivo.
  • Interazione sociale: al fine di raggiungere l’obiettivo è necessario che tra i membri del collettivo si instauri una qualche forma di comunicazione verbale o non verbale.
  • Percezione del gruppo: tutti i membri del collettivo devono convenire che, di fatto, sono parte di un gruppo.
  • Comunanza di scopo: Tutti i membri del collettivo si uniscono per sostenere o raggiungere un obiettivo comune.

Alcuni ricercatori suggeriscono che debbano essere individuate ulteriori caratteristiche affinché un collettivo di individui possa essere classificato come gruppo: lavorare negli stessi orari, condividere gli spazi fisici di lavoro e rispondere allo stesso dirigente. Tuttavia il nucleo comune delle diverse caratteristiche citate suggerisce che la definizione dei gruppi si basi sull’interdipendenza tra persone che si riuniscono per raggiungere un obiettivo comune.

 

workers

Tipi di gruppo

Di solito i gruppi si distinguono in tipi sulla base del lavoro che svolgono:

  • I gruppi di produzione: sono costituiti da dipendenti di prima linea che realizzano un qualche prodotto tangibile. I gruppi di produzione autonomi sono auto-diretti o auto-gestiti, mentre gruppi di produzione semi-autonomi in genere hanno un supervisore dedicato che sovrintende a tutte le operazioni.
  • I gruppi di servizio: sono costituiti da dipendenti che lavorano regolarmente con i clienti, come i team delle compagnie aeree, i gruppi di manutenzione, i gruppi di vendita, i call center etc.
  • I gruppi dirigenziali: sono costituiti da un/a dirigente di alto livello e da altri dirigenti che rispondono direttamente a lui/lei. I gruppi dirigenziali sono spesso in grado di organizzarsi per raggiungere obiettivi come l’elaborazione delle strategie, la definizione del budget, la gestione del personale e la pianificazione delle attività da perseguire.
  • I gruppi di progetto: sono di solito gruppi multifunzionali di individui che si sono uniti per la durata di un progetto specifico e limitato nel tempo. Generalmente i gruppi di questo tipo si sciolgono una volta portato a termine il progetto.
  • I gruppi di azione e prestazione: sono di solito costituiti da specialisti esperti che realizzano eventi consistenti in una prestazione complessa e limitata nel tempo. Tra gli esempi figurano gruppi musicali, reparti militari, squadre chirurgiche, unità di soccorso e orchestre professionali.
  • I gruppi consultivi: sono costituiti da impiegati che lavorano fuori dai processi di produzione ma parallelamente ad essi. Tra gli esempi figurano commissioni di qualità, comitati di selezione o altri gruppi consultivi creati per fornire suggerimenti a un’organizzazione.next